Targa d’Onore del Presidente della Repubblica per l’opera tesa all’integrazione sociale della propria comunità

I nostri progetti sono a "pensiero ed azione Rom" perchè ideati e realizzati  direttamente da Rom.

Collaboriamo con chiuque sostenga la nostra partecipazione diretta alle decisioni e ai percorsi di cittadinanza attiva che ci riguardano.

IDEA ROM Onlus opera a Torino presso i maggiori insediamenti abitativi di famiglie Rom. L’Associazione è stata fondata da donne Rom appartenenti alle diverse comunità presenti a Torino e, pur non rappresentando i Rom della città, cerca di promuoverne progressive forme di rappresentanza diretta, formale e sostanziale. Nel 2010 l’associazione è stata premiata con una Targa d'Onore dal Presidente della Repubblica per l’opera tesa a favorire l’integrazione sociale delle proprie comunità. Le principali attività sono state realizzate sui temi dell'istruzione, del lavoro, dell'abitazione e della tutela dei diritti civili.

 

 

S.E.R.Co.

Supporto all'Imprenditoria Sociale per

l'Integrazione dei Rom

 

Un progetto europeo realizzato in collaborazione con partner di vari paesi (Grecia, Italia, Romania, Belgio, Spagna, Bulgaria) nell'ambito del programma europeo “Just” - Diritti Uguaglianza e Cittadinanza Attiva. L’iniziativa sostiene la creazione di imprese sociali con cui favorire l'inclusione socio-economica delle comunità Rom. Idea Rom coordina a livello internazionale l'individuazione delle idee imprenditoriali con le più alte potenzialità di realizzazione e sostenibilità. Realizzato un corso di avvicinamento all’imprenditoria sociale per 15 Rom. Con il contributo dell'a Direzione Giustizia dell'Unione Europea.

 

Periodo: 2015-2017

 

 

 

Clean

Interventi di Pulizia e Coesione Urbana

 

Il progetto prevede l'avviamento di Rom in attività di lavoro accessorio per le pulizie straordinarie di spazi pubblici o aree verdi a Torino (scuole, centri d’incontro, parchi e giardini). Nelle varie annualità del progetto sono state complessivamente avviate al lavoro 21 persone. Con il contributo del Comune di Torino e della Fondazione Compagnia di San Paolo.

 

Periodo: 2011-2017

 

 

 

TG Rom

 

Un telegiornale a tematica Rom, diffuso via web, che ha visto nel comitato di redazione l’associazione “Idea Rom Onlus”, giornalisti professionisti e giovani Rom. Coinvolti 26 giovani Rom di cui 12 nella redazione giornalistica, realizzati 100 servizi per il telegiornale, raggiunte 126.500 visualizzazioni dei servizi da parte del pubblico. Con il contributo della Fondazione Compagnia di San Paolo.

 

Periodo: 2016

 

 

 

RoMed2 e RomAct

Due programmi del Consiglio d'Europa

 

Idea Rom ha partecipato ai programmi ROMED2 e ROMACT promossi dal Consiglio d'Europa per la formazione e l'attivazione di mediatori culturali Rom. Idea Rom ha contribuito all'iniziativa partecipando all'elaborazione delle iniziative e al raccordo con i soggetti istituzionali locali. Sono stati formati 2 Mediatori Culturali Europei.

 

Periodo: 2014-2016

 

 

 

Sedrin

 

Un progetto europeo realizzato in collaborazione con partner di vari paesi (Grecia, Romania, Ungheria, Spagna, Portogallo) nell'ambito del programma LLP Comenius - Progetti Multilaterali. Il progetto mirava a formare mamme Rom nella preparazione all'inserimento scolastico dei propri bambini più piccoli. Beneficiari finali del progetto un gruppo di mamme Rom e i loro bambini in età prescolare e da primo ciclo della scuola elementare. Idea Rom ha coordinato a livello internazionale l'azione focus del progetto (la preparazione e la formazione dei bambini). Sono state formate 5 mamme Rom, impegnate nelle attività in classe con tutti i bambini e nel monitoraggio degli apprendimenti di 29 alunni Rom. Con il progetto si sono erogati fondi alle scuole per il supporto dei percorsi scolastici ed extrascolastici degli alunni Rom. L'iniziativa è documentata con un video. Con il contributo dell'Agenzia EACEA dell'Unione Europea.

 

Periodo: 2012-2014

 

 

 

Terno

 

Un progetto europeo realizzato in collaborazione con partner di vari paesi (Grecia, Romania, Ungheria, Spagna) nell'ambito del programma LLP Trasversale - Azione 1 "Progetti Rom Multilaterali". Il progetto mirava a formare insegnanti che potessero offrire un'istruzione di successo ai bambini Rom. Beneficiari diretti del progetto un gruppo di insegnanti e i bambini impegnati nel passaggio dalla scuola elementare alla scuola media. Idea Rom ha coordinato a livello internazionale l'azione focus del progetto (l'allestimento e l'implementazione delle attività per la preparazione e la formazione dei bambini) e la disseminazione dei risultati. Sono stati formati 40 insegnanti, di cui 17 impiegate per il supporto individuale e il monitoraggio degli apprendimenti a 40 alunni Rom. L'iniziativa è documentata con un video. Con il contributo dell'Agenzia EACEA dell'Unione Europea.

 

Periodo: 2012-2014

 

 

 

Record Mirafiori

Imparare a conoscersi

 

Per facilitare i rapporti tra i bambini Rom e i loro coetanei non Rom, con alcuni momenti di dialogo interculturale fra gli adulti e le comunità di riferimento. Si sono previste attività ludico-ricreative, supporto ai bambini per lo svolgimento dei compiti delle vacanze, momenti di informazione sulla cultura e sull'attualità Rom e, più in generale, occasioni di reciproca conoscenza e ricerca di modalità di collaborazione per una migliore convivenza nel territorio. Il progetto ha coinvolto 8 famiglie, 50 persone circa, di cui 30 minori fra i quali 15 coinvolti in attività scolastiche. Con il contributo del Dipartimento per le Pari Opportunità presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

 

Periodo: 2013

 

 

 

Interventi per il sostegno e l'inclusione sociale della popolazione Rom di Torino

 

Iniziativa di supporto alla scolarizzazione dei bambini Rom presenti negli insediamenti spontanei della zona nord di Torino, accompagnate da attività di informazione e orientamento sanitario e momenti di sensibilizzazione sui temi dell'igiene ambientale. Con il progetto si è proseguita anche l'attività di sportello presso il Centro d'Aggregazione Culturale di via Cavagnolo, in particolare sui temi dell'inserimento lavorativo. L’iniziativa ha coinvolto quasi tutte le famiglie Rom presenti in 2 insediamenti spontanei, intervenendo presso 3 istituti comprensivi (8 scuole elementari, 5 scuole medie e 3 materne), raggiungendo 189 bambini Rom di cui 118 iscritti a scuola e supportati nella frequenza. Raggiunti anche 45 bambini in situazione di drop-out. Con il contributo della Fondazione Compagnia di San Paolo e il coordinamento del Comune di Torino.

 

Periodo: 2012-2013

 

 

 

 

+10

 

Il progetto è stato motivato dalla necessità di affrontare il problema dei bassi livelli d’istruzione delle comunità Rom a Torino, con insufficienti riscontri sulla frequenza (mediamente attestata sul 50%) e sul successo scolastico (a Torino praticamente nessun giovane alle superiori). Alla luce dei risultati raggiunti con altri interventi, con questo progetto si sono messe a sistema le più efficaci modalità sinora sperimentate, spostando ulteriormente verso le famiglie il baricentro delle responsabilità per l’istruzione dei figli, attraverso lo svolgimento di attività di affiancamento/mediazione culturale. Il progetto ha coinvolto 8 famiglie, 50 persone circa, di cui 30 minori fra i quali 15 coinvolti in attività scolastiche. 46 persone orientate o accompagnate presso vari servizi sanitari, 44 vaccinate, 6 i casi interfacciati e sostenuti per problemi di medicina specialistica. Con il contributo della Fondazione Comunità di Mirafiori.

 

Periodo: 2012-2013

 

 

 

Una Luce in Fondo al Buio

Per il sostegno alle vittime della Continassa

 

Dopo il brutale attacco alle famiglie Rom della Cascina Continassa di Torino è stata lanciata una sottoscrizione pubblica per sostenere le vittime nelle materiali necessità, nell'azione legale, nel rifacimento dei documenti distrutti dall'incendio, nella ricerca di soluzioni abitative alternative al campo nomadi. Sostenute 6 famiglie vittime dell’aggressione, rese 8 testimonianze sui fatti e prodotta altra documentazione alla Magistratura, rifatti i documenti a 3 persone, completata 1 residenza anagrafica, realizzate 7 iscrizioni al collocamento e 1 borsa-lavoro, supportate 5 iscrizioni e frequenze scolastiche. L'iniziativa ha avuto il sostegno di numerosi cittadini ed enti tra i quali: Il Centro Studi Sereno Regis, la Federazione Romanì, l'European Roma Right Center di Budapest, la Romanì Cris romena,  la Fondazione Compagnia di San Paolo e la Comunità Ebraica di Torino.

 

Periodo: 2011-2012

 

 

 

Idea Rom

Una proposta per la partecipazione attiva

 

Attività di incontro, informazione, orientamento e sensibilizzazione per la tutela dei diritti e la partecipazione attiva dei Rom e dei Sinti. Il progetto ha previsto la gestione di uno sportello informativo a gestione Rom nei locali del Centro d'Aggregazione Culturale di via Cavagnolo 7 a Torino, attività di mediazione culturale nelle scuole e presso le famiglie, momenti di sensibilizzazione delle comunità Rom sui temi dell'integrazione e della cittadinanza attiva. Si sono rivolte allo sportello informativo circa 200 persone, mentre 70 famiglie e 10 scuole sono state raggiunte per le attività di supporto alla scolarizzazione. L'iniziativa ha avuto il sostegno della Provincia di Torino e il patrocinio della Circoscrizione 6 del Comune di Torino.

 

Periodo: 2011-2012

 

 

 

Romed

Un programma del Consiglio d'Europa

 

Idea Rom ha partecipato al programma ROMED promosso dal Consiglio d'Europa per la formazione di mediatori culturali Rom di livello Europeo, contribuendo all'iniziativa con la specializzazione delle proprie mediatrici affinché possano trasferire a Torino le competenze e le pratiche di maggior successo in altri paesi. Ammessa 1 donna Rom alla formazione specialistica per Mediatori Culturali Rom Europei. Il Italia il programma si è realizzato con il supporto organizzativo dell'Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali del Dipartimento per le Pari Opportunità presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

 

Periodo: 2011-2012

 

 

 

Senza Paura

Una proposta per il superamento dei

campi nomadi a Torino

 

Un progetto di volontariato per affrontare possibili soluzioni al superamento dei campi nomadi a Torino e per affermare il diritto ad un'abitazione dignitosa per tutti. L'iniziativa si concretizza nella gestione di 4 appartamenti in cui si ospitano famiglie Rom in uscita dai campi nomadi.

 

Periodo: 2011-2016

 

 

 

We Can

Attività per l'inserimento lavorativo

 

Attività di sostegno all'orientamento e all'inserimento lavorativo dei Rom. L'iniziativa, superata una prima fase sperimentale, è stata finalizzata alla concreta e massiva proposta di opportunità lavorative per Rom privi di regolari occupazioni, con un occhio di riguardo alla componente femminile delle diverse comunità presenti nel territorio. Verificata e integrata la situazione documentale di 74 persone (codici fiscali, iscrizioni al collocamento, cv, ecc...), stipulate convenzioni con 10 aziende, realizzati 18 tirocini formativi di cui 4 stabilizzati con contratti di lavoro. L'esperienza è stata documentata con il video “We Can” proiettato nell'ambito del festival “Lavori in Corto”. Il progetto è stato realizzato con il contributo della Fondazione Compagnia di San Paolo.

 

Periodo: 2011-2012

 

 

 

Aerodrom

Per l'accompagnamento e l'inclusione sociale

 

Attività di animazione estiva, recupero scolastico, assistenza sanitaria, accompagnamento alla regolarizzazione e mediazione con il territorio per un gruppo di famiglie affiancate in un percorso di residenzialità in una zona periferica della città. Il progetto ha coinvolto 8 famiglie, 50 persone circa, di cui 30 minori fra i quali 15 coinvolti in attività scolastiche. Con il contributo della Fondazione della Comunità di Mirafiori ed il patrocinio della Circoscrizione 10 del Comune di Torino.

 

Periodo: 2011-2012

 

 

 

Familija

Un seminario formativo sulla cultura Rom

 

Idea Rom è stata partner del Consiglio Territoriale per l'Immigrazione presso la Prefettura di Asti per la realizzazione di una giornata formativa finalizzata al superamento degli stereotipi che spesso ispirano gli interventi di tutela sociale o civile dei minori Rom. Formati 50 operatori sociali. Con il contributo del Ministero per le Politiche Sociali ed il patrocinio dell’UNAR.

 

Periodo: 2011

 

 

 

Čelam (Giochiamo)

Per un'animazione estiva nel segno della

tutela ambientale

 

Iniziativa di animazione estiva con i bambini Rom degli insediamenti spontanei di via Germagnano a Torino, con un filo conduttore nel segno della tutela ambientale, con attività ludiche ed altre di avvicinamento scolastico. Coinvolti 50 bambini presenti negli insediamenti spontanei della città. L'iniziativa ha il patrocinio del Comune di Torino e della Circoscrizione 6 ed è sponsorizzata dall'A.M.I.A.T. che sosterrà le attività di educazione alla raccolta differenziata mettendo a disposizione giochi educativi e materiali per le pulizie.

 

Periodo: 2011

 

 

 

+ Respect

Un corso per decisori pubblici

con il punto di vista dei Rom

 

Nell'ambito delle manifestazioni in occasione del Giorno della Memoria 2011, quattro incontri sui temi della cultura e dell'attualità Rom in Italia,  con uno sguardo sulle politiche di maggior successo per un'integrazione nel rispetto delle differenze. L'iniziativa, promossa dalla Fondazione Anci Ideali (Fondazione Europea delle Città), è stata realizzata dall'associazione RomSinti@Politica in collaborazione con le più importanti federazioni delle associazioni Rom, enti locali ed altre organizzazioni italiane ed europee (in Spagna, Belgio e Romania). Capofila del progetto è Cittalia (Fondazione Anci Ricerche). Hanno partecipato agli incontri 110 operatori sociali del territorio metropolitano. A Torino l'organizzazione dell'iniziativa è stata curata da IDEA ROM ONLUS in collaborazione con il Museo Diffuso della Resistenza e con i patrocini della Circoscrizione Amministrativa 1 della Città di Torino, del Comune di Torino, della Provincia di Torino e della Regione Piemonte.

 

Periodo: 2011

 

 

 

Ricerca sulla condizione della donna Rom

 

Idea Rom è stata partner dell'E.R.R.C. (European Roma Right Center) di Budapest per la realizzazione del progetto "Research on the Situation of the Romani Women in Italy". Realizzate interviste approfondite con 28 donne appartenenti alle diverse comunità Rom di Torino. I risultati costituiscono il rapporto ombra presentato alla Commissione CEDAW (Committee on the Elimination of Discrimination against Women) dell'ONU che periodicamente verifica l'implementazione della convenzione sottoscritta da ogni stato firmatario.

 

Periodo: 2011

 

 

 

Na Darà (Non Aver Paura)

 

Attività d'informazione, mediazione e promozione culturale che ha coinvolto 25 famiglie residenti nelle case popolari di Torino e 25 persone nei corsi di danze tradizionali. Con un finanziamento nazionale pubblico del Dipartimento per le Pari Opportunità - Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali - UNAR, il patrocinio ed un contributo in servizi del Comune di Torino e delle Circoscrizioni 5 e 6. L'iniziativa è stata realizzata in collaborazione con le associazioni Romanò Ilò, Opera Nomadi e i Gruppi di Volontariato Vincenziano di Torino.

 

Periodo: 2010-2011

 

 

 

Diklem Piccoli Rom e Dik Duj

Due progetti per il successo scolastico degli alunni Rom

 

Attività di formazione, supervisione, mediazione culturale e doposcuola presso 2 istituti comprensivi di Torino. Le attività hanno coinvolto 27 famiglie e 47 alunni Rom, di cui 21 supportati negli apprendimenti. Formati e affiancati 14 insegnanti e 1 dirigente scolastico. Con il contributo della Fondazione Compagnia di San Paolo e del Comune di Torino ed il patrocinio della Circoscrizione 6. I progetti sono stati realizzati in collaborazione con l'associazione ASAI.

 

Periodo: anno scolastico 2010-2011

 

 

 

Piccoli Rom vanno a scuola

Progetto pilota per il successo scolastico degli alunni Rom

 

Iniziativa sperimentale per la formazione e la mediazione culturale presso 1 istituto comprensivo di Torino. Le attività hanno coinvolto 12 famiglie e 18 alunni Rom supportati negli apprendimenti. Formati 20 insegnanti di cui 6 affiancati in classe. Con il contributo del Comune di Torino ed il patrocinio della Circoscrizione 6.

 

Periodo: anno scolastico 2009-2010